L’AMORE AI TEMPI DEL PLOTÒ

di Remo Firmani

Romanzo bifido che nell’alternanza dei capitoli intervalla le vicissitudini della bella Rosalia, donna di altri tempi, a quelle di Francesco, ragazzo che per sbarcare il lunario fa le consegne, ma la sua passione è quella di fare concerti con la sua band. Di capitolo in capitolo i personaggi mostrano i loro caratteri forti e determinati, le loro paure e le loro vite così come sono. Semplici e senza sofisticazioni.
Pur essendo personaggi di due epoche diverse, sembra che qualche filo conduttore porti dall’una all’altro e viceversa. L’esperienza di Rosalia è raccolta in un viaggio, al quale si abbandona per fuggire la monotonia della vita di paese e dal quale ritrova le speranze che aveva perso a causa del conflitto mondiale. L’esperienza di Francesco ruota nell’intorno di un concerto che rimarrà impresso nella sua memoria e in quella di chi vi ha assistito.
Tra i due mondi così distanti, vi è un “gancio” nel cielo che li unirà e farà capire quanto la vita delle persone si rinnovi e si tramandi attraverso le epoche in un flusso continuo di crescita. Questo “gancio” è rappresentato dalla costellazione dell’orsa minore, che Rosalia definisce: Il plotò (nome dialettale per definire la cassetta della frutta).

ACQUISTA SU